Le interviste ai protagonisti: tutti felice e contenti
lunedì 18 novembre 2013

Luca Faifer seguito da Federico Nicolini (foto Torri)
Luca Faifer seguito da Federico Nicolini (foto Torri)

Ecco le interviste realizzate con i protagonisti del Memorial Fabio Stedile sul ghiacciaio Presena:
Luca Faifer: “Nicolini è stato sfortunato sin dal via quando ha avuto un problema tecnico ed ha dovuto inseguire, poi mi ha raggiunto ed abbiamo fatto gran parte di gara assieme. Nell’ultima salita ha attaccato e mi ha pure staccato, ma in discesa sono riuscito a recuperare. La gara si è poi decisa nell’ultimo cambio pelli, dove sono stato più veloce e sono riuscito a vincere. Sono contento per il risultato perché non pensavo di essere così in forma”.
Federico Nicolini: “Questa gara non mi porta bene, lo scorso anno un problema tecnico e quest’anno pure. Seppure fosse la prima gara e i valori della nostra categoria li conosciamo era l’occasione per verificare il livello degli avversari. Ho provato ad attaccare, purtroppo sono rimasto attardato all’ultimo cambio assetto, non potendo giocarmela allo sprint”.
Gian Luca Vanzetta: “Sono davvero felice per questo risultato, un terzo posto che mi da fiducia, anche se la gara era breve e siamo ad inizio stagione. Ho avuto delle ottime sensazioni”.
Davide Magnini: “Ho vinto bene, ma io anche se sono consapevole della mia forza, prendo ogni gara con impegno ed ho il massimo rispetto dei miei amici che gareggiano con me. Subito dopo il via sono partiti a razzo e ho forzato per prendere la testa arrivando un tantino affaticato in cima alla prima salita”.
Gabriele Leonardi: “Sensazionale questo podio. Al termine della prima salita ero quinto, poi i miei tecnici mi hanno incitato ed ho trovato il ritmo giusto, recuperando in discesa ed ottenendo un argento significativo”.
Giulia Compagnoni: “Il Memorial Stedile mi porta bene. Ho vinto lo scorso anno da cadetta e pure quest’anno da junior. Un’affermazione inattesa visto il cambio di categoria. Ho fatto la mia gara mantenendo un ritmo alto, gestendo le discese che sono il mio punto debole”.
Giulia Murada: “Non mi aspettavo di vincere. Era la prima gara della stagione e non conoscevo il livello delle avversarie. Un successo che mi da fiducia per l’imminente stagione”.

LE CLASSIFICHE DEL MEMORIAL

LA GALLERIA FOTOGRAFICA

© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,703 sec.