Percorso alternativo per la Ski Alp Val Rendena
martedì 21 febbraio 2012

Domenica 26 febbraio si svolgerà regolarmente l’ottava edizione della Ski Alp Val Rendena di sci alpinismo, valida come terza prova del circuito Coppa delle Dolomiti e come prova unica di Campionato Trentino individuale, sia senior e master, sia giovanile. L’unica variazione riguarda il percorso di gara modificato rispetto all’originale a seguito della poca neve in quota, non tanto nei tratti in salita, ma in quelli in discesa fuori pista.
Gli organizzatori dell’Alpin Go, coordinati da Matteo Campigotto e grazie soprattutto all’esperienza della guida alpina Marco Maganzini e del suo gruppo di tracciatori, hanno dunque identificato un percorso alternativo che mantiene i punti chiave, ovvero la partenza in località Prà Rodont e l’arrivo al Doss del Sabion, luogo dove è previsto anche un passaggio dopo la prima salita.
Il nuovo percorso, i cui dettagli definitivi verranno identificati nei prossimi giorni, prevede un dislivello in salita di 1640 metri e di circa 1000 metri in discesa, tratti questi ultimi, che per la maggior parte si svilupperanno sulle piste di Funivie Pinzolo, a dimostrazione della grande disponibilità di questa skiarea e della sensibilità del presidente Antonio Masè e del direttore Pio Maturi.
In salita non mancheranno le tante inversioni e i passaggi tecnici per mettere in mostra le qualità degli atleti, nonché tratti a piedi con sci nello zaino, tratti di collegamento panoramici in contesti paesaggistici nuovi per la Ski Alp come il Lago di Valagola e il passaggio ai piedi della Scala Santa, sotto lo sguardo del Rifugio XII Apostoli che tornerà protagonista nel 2013. Le discese saranno quasi totalmente in pista, quindi veloci, sicure e innevate ottimamente.
Verrà invece riconfermata la formula del percorso light sia per le categorie giovanili sia per quelle femminili.
E le iscrizioni hanno già raggiunto quota 100 partecipanti, fra i quali i primi ad inviare il modello 61 sono stati il falcadino Alessandro Follador e il primierotto Alessandro Taufer, mentre sono attese nei prossimi giorni le adesioni dei due leader provvisori di Coppa delle Dolomiti, i due valtellinesi Matteo Pedergnana e Roberta Pedranzini, intenzionati più che mai ad iscrivere il loro nome nell’albo d’oro del prestigioso circuito.
Sono dunque attesi grandi numeri per l’ottava Ski Alp Val Rendena, anche perché come tradizione in abbinata alla gara Fisi nazionale è previsto anche quest’anno il raduno sci alpinistico Memorial Massimo Nella, giunto alla dodicesima edizione, che si svilupperà sull’ormai collaudatissimo quanto spettacolare percorso originale, con una piccola modifica nel tratto centrale, che garantirà il transito degli oltre 400 escursionisti attesi sulle nevi del Doss del Sabion.
Il raduno escursionistico è intitolato a Massimo Nella, appassionato alpinista rendenese prematuramente scomparso in montagna. Il ricavato della manifestazione, consegnato sul palco alla Famiglia Nella nel corso della cerimonia di premiazione, viene annualmente destinato all’aiuto dei più poveri e bisognosi.
C’è grande attesa poi per il nuovo evento che gli organizzatori dell’Alpin Go hanno messo in cantiere per la serata di venerdì 24 febbraio, ovvero il trofeo DoloMitica sprint. Si tratta di una gara individuale a cronometro in notturna con gli sci d’alpinismo sul tratto finale della nuova pista DoloMitica di Pinzolo, con lo start alle ore 20 e in chiusura la fiaccolata dei mastri di sci della Scuola Italiana Sci di Pinzolo.
Il Doss del Sabion e i panorami sulle Dolomiti di Brenta saranno l’eccezionale catalizzatore di una edizione della Ski Alp Val Rendena che si annuncia indimenticabile e che il pubblico potrà seguire in quota, grazie alla convenzione che prevede la risalita gratuita per tutti domenica mattina dalle 7.30 alle 8.30.

© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,781 sec.