Il tracciato della Cima d'Asta con il passaggio in vetta
lunedì 27 febbraio 2017

La vetta della Cima d'Asta
La vetta della Cima d'Asta

Manca veramente poco per il via della 27^ edizione, le temperature estive di questi giorni hanno preoccupato non poco gli organizzatori capitanati da Nicola Müller, ma in queste ore sia la vetta del Cima d’Asta sia la partenza con gli sci ai piedi da Prà della Regola sono state confermate.
«Nonostante la settimana di caldo - ha raccontato Nicola Müller - appena passata la situazione è ancora buona. Dopo le ultime riunioni con il responsabile del tracciato Franco Melchiori è stata confermata la partenza con sci ai piedi dai 1335m del Prà della Regola (partenza originale). In quota la neve è poca, ma compatta e sufficiente per far passare la gara. Il canale, sopra al Rifugio Brentari, così come il Cima d’Asta sono in ottime condizioni con neve ben assestata e sicura. Alla luce di questi elementi abbiamo confermato che gli atleti potranno toccare la croce di vetta».
«La discesa - ha continuato Nicola Müller - è in ottime condizioni. La perturbazione prevista per domani (25/30cm) non può che aggiungere uno strato fresco di neve che aumenterà lo spettacolo della gara e il divertimento degli atleti».
Le iscrizioni si chiuderanno sabato 4 marzo 2017 alle ore 12 o al raggiungimento di 200 squadre maschili e 50 femminili. La quota d’iscrizione comprende il rinfresco del sabato prima del briefing, il pranzo della domenica, e il pacco gara contenente una maglietta tecnica fornita dal main sponsor Dynafit.

Il percorso
Il percorso prevede un trasferimento di due chilometri dal Campeggio di Val Malene (Pieve Tesino - TN) sino ai 1335 metri di “Pra della Regola”, dove alle 8.30 sarà dato lo start. La prima salita è di 1095 metri di dislivello positivo, sino a quota 2430 metri della Bocchetta dei Sassi, dove ci sarà il primo cambio di assetto. Seguirà una discesa di 160 metri sino a quota 2265 metri della “Busa”, da dove si metteranno nuovamente le pelli di foca per tornare a salire, passando dal Rifugio Ottone Brentari a quota di 2473 metri. Qui è posto il canceletto orario a 2:30’ dalla partenza, al Rifugio sarà allestito un punto di ristoro.
Passato il Rifugio si sale alla cresta ovest di Cima d’Asta, al termine dello spettacolare canalino saranno messi in sicurezza alcuni tratti di cresta con delle corde fisse per arrivare fino alla vetta a 2847 metri di quota. La seconda salita ha un dislivello di 582 metri. Dalla vetta i concorrenti rimetteranno gli sci ai piedi per scendere verso Lastei dei Fiori (2630metri di quota), dove ci sarà un altro tratto a piedi per guadagnare la Forzeletta (2680m).
Dopo il cambio d’assetto i concorrenti scenderanno sino alla Busa dove ci sarà un altro cambio pelli per salire di 165 metri ai 2430 della Bocca dei Sassi. Giunti in questa ultima piazzola gli atleti si toglieranno le pelli per affrontare la veloce discesa che li porterà il traguardo posto del Campeggio di Val Malene con un dislivello in discesa di 1318 metri.

© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,468 sec.